Collocamento mirato per persone invalide/disabili

di ANMIC

18 dicembre 2015

Il Consiglio dei Ministri ha approvato definitamente i decreti attuativi del Jobs Act

I decreti attuativi del Jobs Act vanno a rivedere l’ingresso al lavoro delle persone con disabilità. Principale punto: i datori di lavoro privati potranno assumere tramite chiamata nominativa, per dire l’azienda può individuare autonomamente la persona invalida/disabile da inserire. L’assunzione della persona invalida/disabile potrà essere assunta solo dalle apposite liste di collocamento mirato e non direttamente.

Un’altra novità è il fatto che gli invalidi/disabili che hanno una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45% se psichica, anche se non sono stati assunti tramite il collocamento mirato, possono ottenere durante un rapporto di lavoro a tempo indeterminato il riconoscimento ai fini del collocamento obbligatorio. Rimane invariato il 60% se fisica e il 34% se invalidi di lavoro.

La prossima tappa: entro 18 mesi la definizione condivisa delle nuove Linee Guida per il collocamento mirato, previsto dal Decreto approvato con una prioritaria attenzione alla tutela delle persone con più gravi disabilità ancora troppo spesso discriminate nell’inclusione lavorativa.

 

Immagine: © Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, www.jobsact.lavoro.gov.it

ULTIME NOVITÀ

1 Tessera – Numerosi vantaggi

di ANMIC

15 gennaio 2024

Nuova tessera socio 2024

...

LEGGI DI PIÙ

L’ANMIC Alto Adige incontra Radio Grüne Welle

di admin

21 dicembre 2023

Intervista sull'invalidità civile e disabilità in Alto Adige

...

LEGGI DI PIÙ
Nel rispetto della direttiva 2009/136/CE La informiamo che questo sito web utilizza cookie propri tecnici e di terze parti.
Se continua a usare il nostro sito, acconsente all’installazione dei cookies.
OK, D’ACCORDO